Care ragazze, cari ragazzi,

siete giunti all’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado e nei prossimi mesi sarete chiamati a scegliere l’Istituto superiore da frequentare, a partire dall’anno scolastico 2023/24.
Il passaggio da un ordine di scuola ad un altro comporterà per tutti voi dei cambiamenti, com’è normale che sia, ma proprio per tale ragione, è di fondamentale importanza che voi possiate compiere la scelta nel modo più consapevole possibile.
Per questo, voglio rassicurare sia voi che le vostre famiglie fin da subito,dicendovi che, in tale scelta, non sarete lasciati soli.
La scuola, attraverso numerose attività di orientamento appositamente dedicate, si prenderà cura di farvi conoscere i diversiIstituti superiori presenti nel territorio, articolati nei differenti indirizzi, con l’obiettivo di offrirvi tutta la vasta gamma di possibilità nel momento della scelta.
All’interno del presente spazio, desidero offrirvi un piccolo contributoattraverso le seguenti considerazioni.

Parto dalle famiglie

Cari genitori, so bene quanto oggi la scelta sia più difficile rispetto al passato dal momento che esistono molti più percorsi e indirizzi rispetto a prima, ma vi invitoa non farvi prendere dall’ansia e, soprattutto, a non trasmetterla, anche inconsapevolmente, ai vostri figli adolescenti che già vivono un’età piena di scelte importanti.
E’di fondamentale importanza, semmai, la vostra azione di supporto e di accompagnamento in tutta la fase della scelta, anche in quella che la precede e la prepara, ed è ancora più importante che tutto ciò avvenga in sinergia con la scuola.
Questo significa sentire il punto di vista dei docenti che già conoscono i vostri figli, significa partecipare agli incontri scuola-famiglia, agli incontri personalizzati, agli Open Day che, non di rado, permettono di scoprire l’esistenza di scuole o indirizzi specificiattivi nel territorio,di cui magari non si è a conoscenza.
Evitate, se vi è possibile, di far scegliere a vostro figlio/a una scuola solo perché è, tra tutte, la più vicina o, peggio, solo perché è quella che piace a voi.

Alle ragazze e ai ragazzi

Cari studenti e studentesse, so bene che molti di voi hanno già le idee chiare, ma so anche che molti altri sono ancora abbastanzaindecisi. Non preoccupatevi, è normale quando si compiono scelte importanti.
Mi permetto di fornirvi alcuni piccoli suggerimenti.
Non fatevi condizionare da paure vostre o di altri; non fatevi condizionare dalla scelta che faranno gli amici; fatevi consigliare dai docenti e dai genitori, ma non fatevi pressare dal loro pensiero.
Pensate a ciò che vi piace studiare e anche a ciò che non vi piace; documentatevi bene sulla scuola che vi piacerebbe frequentare e scegliete in base alle vostre capacità e inclinazioni.
Riflettete su ciò che volete fare da grandi, senza mettere mai da parte sogni, desideri e ambizioni.
E’ una scelta importante e, come tale, personale. Se sbagliate la scelta non è la fine del mondo, non abbiate timore, potete cambiare. Però, se potete evitare di sbagliare…è meglio.

Buona scelta, dunque!

Filomena Bianco
Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale MN